Chiesa conciliare e sinodi nella diocesi di Acqui

Dal vescovo Delponte al vescovo Micchiardi

10,00

Dettagli del Libro

Formato

15×21

Pagine

pp. 98

Publisher

Impressioni Grafiche

Edizione

I ed – luglio 2020

L'Autore

Monica Cavino

La scelta di trattare questo argomento non è stata per me casuale: vivendo la realtà della mia Diocesi, partecipando con costanza ed entusiasmo alle molteplici iniziative pastorali, è sorta in me l’esigenza di conoscere meglio la storia e le dinamiche che in essa si sono dispiegate nel tempo. Inoltre la “ristrutturazione”, che è iniziata nel 2018 con l’inizio dell’episcopato del vescovo Luigi Testore, ha suscitato in me un’ulteriore volontà di conoscere il cammino che ha condotto la Diocesi di Acqui a questi cambiamenti pastorali e amministrativi. In particolare, ho voluto approfondire la mia conoscenza sui due Sinodi diocesani (del 1938 e del 1998), mettendo in parallelo i loro svolgimenti e tentando di capire quanto il Concilio Ecumenico Vaticano II avesse influenzato gli stessi.

È stata un’attività di ricerca svolta prevalentemente nell’Archivio Diocesano della Diocesi di Acqui, dove ho avuto accesso al materiale  dei due Sinodi. Un lavoro che ha richiesto tempo e attenzione, ma mi ha dato modo di visionare, in particolare per quanto riguarda il Sinodo del 1998, una notevole quantità di documenti. Questo mi ha, dunque, palesato come sia cambiata la percezione che hanno i fedeli della Chiesa locale e della Chiesa universale e di quanto il Concilio Ecumenico Vaticano II abbia aperto nuovi orizzonti di dialogo, nuove prospettive di partecipazione, quanto cioè, i “segni dei tempi” si possano percepire in modo tangibile anche nella realtà della Diocesi di Acqui.