Iter. Ricerche fonti e immagini per un territorio n. 6

I viaggi di Iter. Giacomo Bove e la spedizione artica della “Vega” a cura di Carlo Prosperi

Baebia Tertia matrona romana di Aquae Statiellae di Valentina Pistarino

LAVORO E SOCIETÀ “TRA PIANO E COLLINE”

La trasformazione dell’agricoltura del Monferrato di Vittorio Rapetti

La vigna di prete Marco di Paola Piana Toniolo

L’origine della viticoltura a Morsasco e le grandi botti del suo castello di Ennio e Giovanni Rapetti

Quando le cattedre erano ambulanti di Giancarlo Montrucchio

Dall’economia contadina all’azienda enologica: il caso di Canelli di Antonietta Borio

Lavoro, persone, imprese. Alla scoperta dello sviluppo enologico a Canelli di Rosanna Penna e i ragazzi della 5a A e 5a B della scuola primaria “G.B Giuliani” di Canelli.

La lingera: storia di un’idea di Pierpaolo Pracca.

Il sergente Bevilacqua, guaritore di Carentino di Paola Piana Toniolo

“La liberté de l’Italie dépend de Cazal” di Jean-Paul Desaive

La campagna d’Ungheria del 1686-1687 contro i turchi: echi italiani di Carlo Prosperi

Quell “altro luglio” 1915. Il diario di guerra del soldato Pistone da Roccaverano a cura di Giulio Sardi

Alla ricerca degli Ebrei di Acqui: immagini di una comunità scomparsa di Marco Francesco Dolermo

E il ricordo sia in benedizione di Aldo Perosino

Storia… e memoria. Luoghi della resistenza a Cassine di Maria Ines Toselli e i ragazzi della 3aA della scuola media statale “G. Verdi” di Cassine

Recuperare la memoria. Dalla resistenza alla Costituzione di Mauro Stroppiana

Il Premio AcquiAmbiente del Comune di Acqui Terme a cura dell’Assessorato dell’Ambiente

9,00

COD: ISSN 1824-6422-2-2-1 Categoria: Tag: , , , ,

Book Details

Formato

16×23

Pagine

p. 192

Publisher

Impressioni Grafiche

Edizione

giugno 2006

About The Author

AA.VV.

Rivista trimestrale di storia e cultura locale – direttore responsabile Giulio Sardi

Rivista che abbraccia il territorio del bacino della Bormida, tra Langa e Monferrato e che, prendendo spunto dalla ritrovata sensibilità nei confronti del passato, si pone come strumento per conoscere, per conoscersi, per realizzare un progetto di divulgazione alta promossa dagli studiosi locali, attingendo ora al patrimonio storico artistico, ora alle fonti degli archivi e dell’oralità.

Ogni articolo è corredato da riproduzioni di foto e documenti d’epoca, a volte inediti.

La rivista, che è stata pensata e realizzata per permettere una facile e piacevole leggibilità a studi storici e antropologici legati al territorio, si presenta in una veste grafica snella e particolarmente godibile.