Iter. Ricerche fonti e immagini per un territorio. n. 1

In questo numero:

Il tronco Ovada-Acqui-Asti dall’ “Illustrazione Italiana” 25 giugno 1893

PER IL SESSANTESIMO DELLA LIBERAZIONE… E DINTORNI

Tra storia e attualità. La Resistenza e la memoria di Vittorio Rapetti

Acqui, 9 settembre 1943. L’assalto alla caserma d’artiglieria “Cesare Battisti” di Giulio Sardi

Un giorno tra gli artiglieri dal “Giornale d’Acqui” 20/21 febbraio 1932

La scuola e la guerra. Carpeneto. Diario scolastico di una bambina

Don Italicus, prete guerrigliero e patriota di Bruno Chiarlone

Yo Yo Mundi, la Banda Tom e altre storie

…IN VIAGGIO

Essere schiavi ad Acqui: la storia di Erasto di Valentina Pistarino

Perdersi nella Sacra Selva. Cronaca e suggestioni di una visita di Elisa Pizzala

Una particolare testimonianza artistica nel piccolo borgo di Merana. La Pietà lignea cinquecentesca di Valentina Isola

Un brodino speciale? di Paola Piana Toniolo

Il progetto dell’architetto Giò Matteo Zucchi (1788) per la Parrocchiale di San Nicola in Mombaldone e le vicende costruttive di Sergio Arditi

Il cimitero israelitico di Acqui Terme. La lapide a colonna: microstoria e valenze simboliche di Lucilla e Luisa Rapetti

Uno studioso: Mario Barisone di Maghino Bleu

La fisarmonica di Michele Corino: destino e fortune di un emigrante di Riccardo Brondolo

9,00

Esaurito

COD: ISSN 1824-6422 Categoria: Tag: , , , ,

Book Details

Formato

16×23

Pagine

p. 160

Publisher

Impressioni Grafiche

Edizione

aprile 2005

About The Author

AA.VV.

Rivista trimestrale di storia e cultura locale – direttore responsabile Giulio Sardi

Rivista che abbraccia il territorio del bacino della Bormida, tra Langa e Monferrato e che, prendendo spunto dalla ritrovata sensibilità nei confronti del passato, si pone come strumento per conoscere, per conoscersi, per realizzare un progetto di divulgazione alta promossa dagli studiosi locali, attingendo ora al patrimonio storico artistico, ora alle fonti degli archivi e dell’oralità.

Ogni articolo è corredato da riproduzioni di foto e documenti d’epoca, a volte inediti.

La rivista, che è stata pensata e realizzata per permettere una facile e piacevole leggibilità a studi storici e antropologici legati al territorio, si presenta in una veste grafica snella e particolarmente godibile.