La giusta parte 1933/1945

Percezioni dirette e testimonianze

13,00

COD: ISBN: 978-88-6195- 022-1 Categoria: Tag: , , , ,

Dettagli del Libro

Formato

16×24

Pagine

160

Publisher

Impressioni Grafiche

Edizione

I ed -ottobre 2009

L'Autore

Pietro Reverdito

da giovane studente acquese condivide con altri coetanei la crescente opposizione al fascismo e alla guerra, nel 1944 partecipa alla formazione GL che opera nella zona di Ponzone. Dopo il rastrellamento nazifascista dell'ottobre '44, passa in Val Bormida con la formazione guidata da "Morgan", inserita nella Brigata "Bruno Lichene" inquadrata nella 2° Divisione autonoma Langhe; con essa, dal gennaio 1945 partecipa a numerose azioni, col nome di Pedrin.

Dal fascismo alla democrazia. Con lo sguardo di quel tempo e con l’esperienza degli anni successivi. Con l’intento di partecipare, di riflettere, di ritornare sulla forte attualità di quel passaggio, fatto di scelte e di responsabilità ma anche di limiti e di contraddizioni. Così questo volume presenta l’esperienza di Pietro Reverdito, dagli anni Trenta al termine della seconda guerra mondiale, uscendo dai luoghi comuni, dal conformismo celebrativo e dalle presunte “novità” storiografiche di oggi talora di moda.

Giovanissimo protagonista della resistenza locale e poi maestro per 40 anni in Val Bormida, l’autore ci offre anzitutto una serie di brevi percezioni dirette: quasi come scatti fotografici, che mettono a fuoco una serie di fatti e persone dell’infanzia e soprattutto degli anni della guerra e della lotta di liberazione. Quasi cento racconti brevi che – con intensità ed insieme con delicatezza – ci riportano alla memoria un frangente drammatico ma fondamentale della nostra storia. Il desiderio di ricordare, non per nostalgia ma per trasmettere ai più giovani un’esperienza ed un impegno civile mai smesso, è al centro anche della seconda parte del volume.